Una testimonianza che ci ripaga del nostro lavoro

Il lavoro nobilita l’uomo, ma ancora di più la stima che si ottiene grazie ad esso. La passione e la professionalità trovano completezza solo quando il cliente è contento del risultato finale.

Frutto dell’ottimo lavoro eseguito dal nostro Team, vogliamo pubblicare la testimonianza della Dottoressa Braidotti, parole che ci riempiono d’orgoglio e ci spronano a continuare con entusiasmo:

 

“Ho ristrutturato di recente la Farmacia e ho scelto di essere
accompagnata in questa avventura da Mobil M: un’azienda fatta di persone
altamente specializzate, molto spontanee e di apertura mentale. Tutte le
figure professionali incontrate, l’architetto Massimo Brignoni, il graphic designer
Pippo D’Innocenzo e il direttore commerciale Dario Piccoli hanno
dimostrato fin dall’inizio volontà di soddisfare le mie esigenze ed aspettative.
Io mi sono sentita ascoltata e capita e il risultato è
addirittura al di sopra delle mie aspettative.
Durante la fase progettuale mi sono divertita insieme al graphic designer
a costruire la comunicazione ai vari livelli per una facile
lettura dell’esposizione, a scegliere i colori per le pareti, a vedere
D’Innocenzo riprendere alcuni particolari dei mobili storici, tradurli
in un linguaggio attuale e riportarli su pareti e scaffali creando
sorpresa e rimandi emozionali molto gradevoli e graditi.
Niente è stato lasciato al caso.
E’ stata data importanza alla comunicazione esterna, semplice e incisiva
per far capire ai passanti l’offerta della farmacia.
Il logo è stato reinterpretato e utilizzato per carta da banco, borse,
sacchetti, biglietti da visita e per appuntamenti. Insomma una cura dei
particolari per un’immagine coerente che rispecchi l’identità della
Farmacia Braidotti.
Non ho subito un modello-farmacia predefinito Mobil M, ma gli arredi
altamente funzionali e flessibili integrano elegantemente e
supportano nell’esposizione i mobili storici preesistenti.
Sono molto contenta di aver scelto Mobil M.”
(Dottoressa Ausilia Braidotti)

Falla girare!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn